Tartelletta salata alla Quinoa con ricotta, cetrioli e lino

tartelletta-senza-glutine

Le tartellette sono ottime per spuntini o aperitivi, prendono il nome dagli stampini che danno la forma alla base.

In questa ricetta riempiano i nosti cestini con ricotta, cetrioli e parmigiano.

Tutte le farine Spigabuona di Antico Molino Rosso, utilizzate in questa ricetta sono:

Ingredienti tartellette

Tartelletta salata alla Quinoa con ricotta, cetrioli e lino 1

Come fare la tartelletta salata alla quinoa

  1. Lavorare la farina con il burro e il pizzico di sale, fino ad
    ottenere un composto slegato e grezzo.
  2. Unire quindi lo zucchero e l’uovo, formando
    un panetto liscio e compatto.
  3. Far riposare la frolla così ottenuta per circa 30 minuti coperta con della pellicola.
  4. Stendere in seguito l’impasto con il mattarello fino ad uno spessore di circa 5 mm e foderare gli stampi da tartelletta precedentemente imburrati.
  5. Bucare leggermente la base dello stampo con una forchetta, evitando così il rigonfiamento eccessivo durante la cottura.
  6. Cuocere la frolla per circa 15 minuti in forno preriscaldato a 180 gradi.
  7. Nel frattempo preparare il ripieno lavorando con una frusta la ricotta, il mascarpone e il parmigiano.
  8. In ultimo condire con l’olio, il sale e il pepe.
  9. Far freddare la base di pasta frolla cotta e successivamente farcirla con il ripieno.
  10. Decorare quindi con i cetrioli tagliati molto sottili e l’estratto a freddo di lino. Guarnire con delle foglie di basilico e un filo d’olio extra vergine a crudo.

Per questa ricetta senza glutine abbiamo utilizzato:

Tartelletta salata alla Quinoa con ricotta, cetrioli e lino 2

Clicca sulla stella per votare

Ricevi via email le nuove ricette e rimani in contatto con Spigabuona

Articoli correlati